Usare uno stendino elettrico è il sistema più pratico per asciugare la biancheria quando la stendi in casa. Uno strumento semplice da usare e dal funzionamento abbastanza elementare.

Vediamo come funziona uno stendino elettrico.

Struttura dello Stendino Elettrico

La struttura dello stendino elettrico, all’esterno, è del tutto simile a quella di uno stendino normale. Infatti ti sarà possibile trovare in commercio quasi tutti i modelli di stendino, da quelli semplici con i piedi richiudibili e le ali per la biancheria più leggera, a quelli a castello, o a tendina, anche nella versione elettrica. La differenza fondamentale, infatti, è nella presenza del cavo elettrico, da collegare ad una presa dell’appartamento, e del regolatore di temperatura, insieme al timer quando c’è, che, appunto, lo connota come stendino elettrico.

Questa particolarità fa in modo che lo stendino elettrico, se la giornata lo consente, può essere anche spostato in balcone, e usato come uno stendino normale. Un’altra caratteristica, della struttura dello stendino elettrico, è il materiale delle bacchette che quasi sempre è in alluminio, per migliorare il trasferimento del calore, oltre che la presenza, in molti modelli, anche delle ruote, per renderne più agevole lo spostamento soprattutto quando è carico.

Utilizzo dello Stendino Elettrico

Anche per quello che riguarda l’utilizzo dello stendino elettrico il comportamento è analogo a quello da tenere quando stendi in uno stendino tradizionale, usando però delle accortezze perché si tratta pur sempre di un apparecchio collegato alla rete elettrica. Il primo accorgimento riguarda proprio spina e filo, perché devi controllarli attentamente per evitare che ci siano scollamenti o bruciature sulla guaina di protezione del filo o problemi alla spina.

Per quanto l’impianto domestico possa essere dotato di salvavita, è sempre meglio evitare cortocircuiti e inconvenienti di vario genere legati all’elettricità. Poi devi sempre tenere pulite le bacchette dello stendino perché, essendo attraversate dalla corrente, anche se ridotta, si sporcano più facilmente. Quindi, prima di qualsiasi operazione, devi collegare lo stendino alla presa, evitando che il filo rimanga in sospensione, poi stendere la biancheria senza ammassarla, e solo alla fine accendere l’interruttore.

Sistemi di Asciugatura di uno Stendino Elettrico

Lo stendino elettrico, in base al tipo di funzionamento impiegato, presenta diversi sistemi di asciugatura. C’è il modello con le bacchette riscaldate, il tipo che invece usa la ventilazione forzata, calda o fredda, e quello a camera di calore.

Bacchette con la resistenza interna
Il primo, oltre che il più comune, funziona con delle bacchette riscaldate internamente da piccole resistenze elettriche. Quando lo accendi le varie resistenze si riscaldano e trasferiscono il tepore alla biancheria stesa, creando contemporaneamente un ambiente più secco che tende automaticamente ad asciugare sia i panni che l’aria intorno.

Stendino elettrico con la ventola e la resistenza
Altro sistema molto efficace è quello usato nello stendino elettrico con ventola. In questo tipo di stendino la biancheria viene stesa sopra un’elica che fa passare forzatamente l’aria attraverso una resistenza, e la convoglia verso la biancheria, con una ventola a basso numero di giri. Il calore dell’aria investe i panni asciugandoli ed evita che l’umidità si disperda nell’ambiente. Questo tipo di stendino, nella grande parte dei modelli, è anche dotato di un telo di copertura che mantiene il calore intorno alla biancheria velocizzando il processo di asciugatura. Questo stendino elettrico può essere usato anche senza accendere la resistenza, sfruttando per l’asciugatura dei panni solo lo spostamento dell’aria causato dalla ventola.

Stendino elettrico con la ventola a freddo
Molto simile al modello precedente è lo stendino elettrico con ventola ad aria fredda. In questo modello l’aria viene forzata verso i panni senza essere preventivamente riscaldata, in modo che sia la ventilazione a rimuovere il bagnato, lasciandolo gocciolare a terra, o spargendolo nell’ambiente circostante. Questo stendino elettrico può essere di due tipi. Il primo è a torre, con la ventola collocata nella zona sottostante, e dotato di telo di copertura, in modo che l’umidità si condensi sulle pareti della plastica e coli a terra, o in un apposito gocciolatoio di raccolta.
Il secondo invece è a soffitto, ed è generalmente collocato sopra la vasca da bagno, per poter gocciolare senza problemi. Questo modello di stendino elettrico è motorizzato, in modo che, grazie ai due pantografi posti alle estremità, possa fare scendere le bacchette per ppoggiare sopra i panni, e poi farlo risalire verso il tetto, dove un paio di ventole provvedono a far asciugare la biancheria convogliandovi forzatamente l’aria.

Stendino elettrico con la camera di calore
Un altro sistema che puoi trovare in uno stendino elettrico è quello che potremmo definire a camera di calore. Questo tipo di stendino elettrico sfrutta lo stesso principio delle bacchette riscaldate, solo che, in questo caso, la resistenza è collocata nei pali della struttura che sostengono i piani. I panni, in questo stendino, vengono regolarmente stesi sulle bacchette, ed asciugano grazie alla camera di calore che si crea intorno quando si accendono le resistenze. Questo stendino elettrico generalmente è a torre, ed è dotato di un telo in plastica che lo chiude per intero, creando un ambiente protetto e riscaldato.